Privato: La Coop. Sociale Herasmus: la raccolta differenziata per l’inserimento socio-lavorativo di soggetti svantaggiati e persone diversamente abili

Con il progetto “Differenziare insieme Diversamente” presentato alla FRZ, la Cooperativa Sociale Herasmus ha voluto creare un’occasione per l’inserimento sociale e lavorativo di soggetti svantaggiati e persone diversamente abili.

La cooperativa è nata a Formia nel 1990 per volere dell’ A.F.D.F. – Associazione Famiglie Disabili Formia – ed opera in due settori interagenti: nel settore “sociale”, per l’aspetto riabilitativo, e nel settore “produttivo”, per l’inserimento al lavoro.

Dopo un breve incontro formativo, i ragazzi della cooperativa sociale, accompagnati da tutor del servizio civile, hanno iniziato l’attività di distribuzione del materiale per la raccolta differenziata alle utenze domiciliate nella Zona Cicerone.

Una prima squadra, composta da persone con disturbi dello spettro autistico, sta svolgendo il servizio di distribuzione “porta a porta” del materiale informativo, composto dal nuovo calendario della Zona Cicerone e dall’opuscolo informativo.

La seconda squadra, composta da soggetti svantaggiati e persone con disturbi motori, sta lavorando nei punti di distribuzione, consegnando ai cittadini l’attrezzatura per la raccolta differenziata.

“In questa prima esperienza nell’ambito della comunicazione ambientale”Commenta la Dott.ssa Stefania Nocella, Coordinatrice della Coop. Soc. Herasmus – “ci siamo posti l’obiettivo di valorizzare le capacità e le risorse delle persone che frequentano il nostro centro diurno offrendo, al contempo, autentiche opportunità di partecipazione, protagonismo e integrazione. In particolare il progetto ha contribuito a favorire il diritto di cittadinanza da parte delle persone con disabilità ed è stato un momento importante per educare e sensibilizzare i cittadini sul tema della raccolta differenziata, al rispetto per l’ambiente, alla valorizzazione delle capacità individuali e all’importanza dell’integrazione sociale.

 Vogliamo ringraziare la Formia Rifiuti Zero per la grande disponibilità fornita, per aver creduto in noi e nel nostro progetto”.